GLI ULTIMI DUE BANDI DELL’ASSESSORATO ALLA CRESCITA CULTURALE DEL COMUNE DI ROMA: DALLA PRIVATIZZAZIONE AL VOLONTARIATO

GLI ULTIMI DUE BANDI DELL’ASSESSORATO ALLA CRESCITA CULTURALE DEL COMUNE DI ROMA:
DALLA PRIVATIZZAZIONE AL VOLONTARIATO

In riferimento agli ultimi due bandi indetti dal IV Dipartimento del Comune di Roma la Fed. It. Art. e tutte le Associazioni ad essa aderente hanno notato un deriva che passa dalla privatizzazione (Avviso pubblico Capodanno 2017) al volontariato (Avviso Pubblico Befana a Piazza Navona). Attraverso l’avviso pubblico indetto per gli eventi di Capodanno 2017 il Comune si prefissa di cercare sponsor (main-sponsor aggiungiamo noi visto l’intervento economico che si richiede) che investendo sulla festa di fine anno possano aiutare il Comune stesso a dare ai romani la loro giusta dose di svago per il tanto agognato San Silvestro. Il metodo è ineccepibile, la Fed. It. Art. e tutti gli operatori culturali hanno sempre spinto sul fatto che il Comune intercettasse risorse private, il merito è secondo noi sbagliato perché si da la possibilità all’ investitore privato di decidere i contenuti artistici e non. Questo si chiama privatizzazione! Il Comune deve reperire risorse privare e dargli un indirizzo pubblico, altrimenti ci chiediamo: A COSE SERVE LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE?


Rispetto all’ Avviso Pubblico Befana a Piazza Navona registriamo tra le righe una richiesta all’ Associazioni Culturali di fare volontariato. L’Avviso non parla di importi economici messi a disposizione dall’ Amministrazione, ma di alcuni servizi… e ben vengano il comparto tutto li attende da anni. Però al contempo si parla di gratuità ed allora come ci rientra un operatore culturale che in quei giorni va li a LAVORARE? Può fare vendita (dice il Comune), ma di che? Mica le Associazioni producono artigianato artistico? Producono spettacoli, svolgono laboratori, organizzano manifestazioni. Puoi promuovere la tua attività (dice il Comune), certo! Siamo curiosi di vedere quanti avventori di Piazza Navona durante le feste seguiranno poi durante l’anno un laboratorio teatrale, di danza o di musica, magari fatto anche in periferia.


SIAMO CONVINTI CHE LE SCELTE MESSE IN CAMPO DA QUESTA GIUNTA E DA QUESTO ASSESSORATO SIANO ERRATE, MIOPI E FIGLIE DEL POCO ASCOLTO!

Seguici su Facebook

https://www.facebook.com/feditart/posts/1568320423194530